La cappa aspirante non funziona

Vota questo articolo:
già 3.5/5 71 voti

La cappa aspirante serve ad aspirare e filtrare i fumi e gli odori di cottura, tra questi soprattutto quelli derivanti da pietanze grasse o in umido. Con il passare del tempo, però, la cappa potrebbe non funzionare più bene come prima. In questa sezione spieghiamo quali possono essere le possibili cause del problema.

LE POSSIBILI CAUSE DI QUESTO PROBLEMA :

ATTENZIONE
Prima di lavorare sull’apparecchio, scollegarlo dall'alimentazione per non rischiare di prendere la scossa.

Indossare i guanti adatti nella fase di smontaggio.

Pericolo di taglio.

L'alimentazione elettrica è difettosa

L'alimentazione elettrica è difettosaNon è facile individuare la causa del mancato funzionamento della cappa; tuttavia il problema potrebbe essere dovuto all'alimentazione elettrica dell'apparecchio più che alla cappa stessa. Si consiglia di controllare la presa con un multimetro in modalità voltmetro (alternativo), posizionando i due puntali del tester sui morsetti della presa. Il valore indicato dovrebbe essere di 230 volt. È inoltre possibile controllare che la presa non si sia fusa, come succede a volte con questi componenti. Se vengono utilizzate prese doppie per collegare i dispositivi, è necessario assicurarsi che i cavi siano in buone condizioni e stretti a dovere.

Lo spinotto non è inserito correttamente

Lo spinotto non è inserito correttamente Alcune cappe sono munite di un cavo di alimentazione elettrica con uno spinotto collocato sull’apparecchio (una spina elettrica maschio o femmina). È possibile che lo spinotto non sia stato inserito correttamente durante la fase di installazione dell'apparecchio, o che i collegamenti si siano scollegati o guastati a seguito di utilizzo frequente. Si consiglia di controllare che lo spinotto sia inserito correttamente e che sia in buone condizioni. Se difettoso, è necessario sostituirlo.

I pulsanti di controllo sono difettosi

I pulsanti di controllo sono difettosiI pulsanti di controllo permettono di avviare la cappa. Se difettosi, l’apparecchio non si avvierà o non cambierà modalità. I pulsanti possono essere meccanici o anche dei microinterruttori muniti di scheda elettronica. Per controllare le condizioni dei pulsanti è sufficiente guardare dietro al pannello di controllo. Generalmente, se il problema è causato dai pulsanti di controllo, i microinterruttori presentano contatti elettrici difettosi. In tal caso, il circuito andrà sostituito.

Il condensatore del motore si è deteriorato

Il condensatore del motore si è deterioratoIl condensatore serve ad avviare il motore della ventola ma anche a mantenerne la coppia. Se il condensatore è danneggiato, il motore proverà ad avviarsi senza riuscirci. Un modo semplice per testarlo è di accendere il motore e nella fase di avvio far partire la turbina a mano. Se la turbina gira, il condensatore potrebbe essere difettoso. In tal caso il componente andrà sostituito.

La turbina è allentata

La turbina è allentataLa turbina è una piccola elica che permette di espellere l'aria ed è avvitata all’albero motore da un dado. Spesso questo componente è in plastica. Si può controllare che nessun corpo estraneo la blocchi o che il dado non sia allentato. Verificarne inoltre il funzionamento: in caso di rottura, il componente andrà sostituito.

Il motore aspirante è bloccato

Il motore aspirante è bloccatoSe i filtri dell’apparecchio sono troppo sporchi la cappa non riuscirà a funzionare. Filtri sporchi infatti, impediranno all'aria di passare correttamente, come accade, soprattutto, con le cappe aspiranti o filtranti (a riciclo d’aria). Questo tipo di cappa è munito di un filtro a carbone collocato vicino al motore. Se sporco, soprattutto a causa di grassi, esso potrebbe impedire al motore di funzionare correttamente, con il conseguente mancato avvio dell’apparecchio. Ove possibile, è necessario pulire sempre i filtri a carbone, altrimenti andranno sostituiti. Questo tipo di problema rappresenta una delle principali cause di guasto delle cappe aspiranti o filtranti (a riciclo d’aria). Il filtro a carbone per cappe deve essere sostituito ogni tre mesi. Pulire regolarmente anche il filtro antigrasso della cappa aspirante, sia che si tratti del tipo a scarico esterno o filtrante (a riciclo d’aria). In tal modo, si eviterà che l’impianto si otturi (aspirazione, filtri ed espulsione).

I filtri sono sporchi

I filtri sono sporchiSe i filtri dell’apparecchio sono troppo sporchi la cappa non riuscirà a funzionare. Filtri sporchi infatti, impediranno all'aria di passare correttamente, come accade, soprattutto, con le cappe aspiranti o filtranti (a riciclo d’aria). Questo tipo di cappa è munito di un filtro a carbone collocato vicino al motore. Se sporco, soprattutto a causa di grassi, esso potrebbe impedire al motore di funzionare correttamente, con il conseguente mancato avvio dell’apparecchio. Ove possibile, è necessario pulire sempre i filtri a carbone, altrimenti andranno sostituiti. Questo tipo di problema rappresenta infatti una delle principali cause di guasto delle cappe aspiranti o filtranti (a riciclo d’aria). Il filtro a carbone per cappe deve essere sostituito ogni tre mesi. Pulire regolarmente anche il filtro antigrasso della cappa aspirante, sia che si tratti del tipo a scarico esterno o filtrante (a riciclo d’aria). In tal modo, si eviterà che l’impianto si otturi (aspirazione, filtri ed espulsione).

La scheda elettronica è difettosa

La scheda elettronica è difettosaLa scheda elettronica permette di gestire tutte le funzioni della cappa (motore, lampadina, ecc.). Se il problema persiste nonostante siano stati effettuati tutti i controlli appena descritti, potrebbe essere necessario sostituire la scheda elettronica. È possibile farlo autonomamente: essa è collocata dietro al pannello di controllo all’interno del condotto. È inoltre possibile rivolgersi a un tecnico autorizzato dall'azienda.

Il mio carrello 0
Prodotto aggiunto con successo
Conferma il mio ordine Continua a fare acquisti
Quantità :
    %
    Conferma il mio ordine Continua a fare acquisti
    Alto